Categorie
Materasso

Materasso contro il mal di schiena

Quale materasso scegliere contro il mal di schiena

Donna con il mal di schiena e titolo: mal di schiena che materasso scegliere

Stai soffrendo di un fastidioso mal di schiena. Oltretutto ti sei reso conto che si sta progressivamente accentuando. Hai pensato possa essere colpa del materasso il tuo mal di schiena.

Stai quindi navigando nel web, per vedere se vi stanno delle soluzioni adatte, che possono riuscire ad alleviare questo fastidioso dolore alla schiena. Sei quindi arrivato sulla pagina di questo articolo. Allora ti posso dire che sei arrivato nel posto giusto. Sono uno specialista del settore dei materassi.

Specialista di materassi

Ho iniziato a lavorare nell’ambito dei materassi negli anni 70. Sono sempre stato nel settore della progettazione produzione e relazioni con i rivenditori. Non ho quindi avuto mai contatti con i consumatori finali. Ma ho una grande conoscenza del settore del materasso. Sono quindi certo di poterti essere d’aiuto per darti le risposte più indicate.

Materasso per chi soffre di mal di schiena

Qui di seguito ho messo un video, dove spiego dettagliatamente l’argomento dei materassi per coloro che soffrono di mal di schiena. Sono certo che ti sarà molto utile.

Articoli correlati:

Quale supporto scegliere per il mal di schiena

Qual miglior prodotto per il mal di schiena

Categorie
Materasso memory foam

Materassi memory sono tutti uguali?

I Materassi memory sono tutti quanti uguali?

Memory con titolo: i Materassi memory sono tutti uguali?

Salve da Marco Calabrò. Io sono uno specialista del settore dei materassi. Sono stato incaricato di realizzare dei contenuti di approfondimento sulle domande che le persone realizzano sull’argomento dei materassi. Oggi sto rispondendo alla domanda: i materassi in Memory sono tutti quanti uguali?

Uomo riflessivo e scritta memory

No, i materassi memory non sono tutti quanti uguali. Cominciamo a fare una prima distinzione. La prima distinzione sta nel fatto che il Memory è nato come schiuma fredda. Attualmente le schiume fredde, sono una percentuale molto minima dei Memory del mercato. Consideriamo che stiamo parlando veramente di percentuali irrilevanti. Questi materassi a schiuma fredda, che si chiama MDI, sono dei materassi che hanno dei costi notevoli. Insomma parliamo di diverse migliaia di euro per un materasso. Perché è un tipo di lavorazione molto complessa.

La differenza fra le schiume

Questo tipo di materassi MDI quindi, consideriamo che sono dei materassi da diverse migliaia di euro. Poi sono nati subito dopo, il tutto a ruota nell’arco degli anni 90, sono nati anche i materassi Memory di schiume calde. Le schiume calde sono praticamente quei Memory che noi conosciamo. Mettere sul materasso una schiuma fredda è legittimo, anche facendo il materasso senza imbottitura. Perché uno può dormire direttamente sulla schiuma fredda, in quanto consente la circolazione dell’aria. Sui materassi invece a schiume calde, il Memory espanso a caldo, questo di dormire direttamente sulla schiuma, non può avvenire. Pertanto quei materassi che vengono commercializzati senza imbottitura, riflettiamo che stiamo dormendo sulla gomma.

Stabilimento memory TDI

I materassi a schiume calde senza imbottitura, da un punto di vista igienico, sono estremamente sbagliati. Dal punto di vista della temperatura corporea, stiamo dormendo sulla gomma. Spugne che producono calore. Consideriamo che dal punto di vista della quantità di acari, l’insediamento degli acari è veramente notevolissimo. Perciò il materasso, per prima cosa deve avere l’imbottitura. A meno che non stiamo parlando di questi materassi a schiuma fredda MDI. Ma parliamo veramente di diverse migliaia di Euro per un materasso. Consideriamo che i materassi realizzati con le schiume calde TDI, sono la stragrande maggioranza del mercato.

Quale materasso scegliere?

Quale materasso fresco scegliere

Categorie
Materasso

Capire se il materasso è duro

Come capire se il materasso è troppo duro

Donna che prova materasso con titolo: Capire se il materasso è duro

Salve da Marco Calabrò. Dunque io sto rispondendo per conto di SaluDormi, sono uno specialista nel settore del materasso. Dagli anni Settanta sono sempre stato nell’ambito della progettazione, produzione e della commercializzazione a rivenditori. Quindi non ho mai avuto relazioni, rapporti con i privati. Però conosco i prodotti molto bene. Conosco le dinamiche del settore e per questo SaluDormi mi ha chiesto se io posso fare dei testi di risposta a quelle che sono le domande dell’utente. Lo sto facendo con molto piacere. Allora: Come capire se il materasso è troppo duro?

Andiamo per gradi

La prima cosa che dobbiamo capire, è il peso della persona che deve usare il materasso. Perché la durezza del materasso, deve evidentemente essere proporzionata a quanto peso si va a mettere sopra il materasso. Questo perché la massa di spinta del materasso, deve essere proporzionata al peso che ci sta sul materasso. Come linea di massima, i materassi a schiume evolute, sono molto più adatti che non i materassi di altro genere. I materassi normali ai quali mi riferisco, per esempio i materassi a molle biconiche che sono ancora molto validi, normalmente sono abbastanza duri. Però ci stanno delle versioni più comode che però ormai sono rare. Perché la stragrande maggioranza dei materassi a molle oggi vengono realizzati con il sistema che si chiama boxato.

Si tratta di una scatolatura con praticamente all’interno dei feltri. Per sua stessa natura, il box non permette un cambio d’aria adeguato al materasso, quindi sono dei prodotti che danno dei problemi igienici.

Schiume evolute

Per quanto riguarda invece il materasso in schiuma evoluta, che secondo me è più adatto, una volta che abbiamo considerato il peso della persona che lo deve andare a usare e rientra in un massimo di 120 chilogrammi, abbiamo modo di valutare se è un materasso adeguato. Perché anche questo discorso del peso della persona è importante. Molto importante. Facciamo questa prova: andiamo con i pugni a premere quasi sul bordo del materasso messo in verticale. Però 10 cm dentro rispetto al bordo. Andiamo a premere il materasso con i due pugni e proviamo a farlo cedere, riusciamo in questo modo a capire il tipo di materasso.

Capire il materasso

Nel momento in cui cede abbastanza sotto la vostra pressione, se siete una persona adulta. Una persona normale come sono io, quando va a provare un materasso. Se il materasso sta cedendo abbastanza, diciamo un paio di centimetri, a quel punto io direi che il materasso è in grado di sostenere sufficientemente il peso del corpo umano. Questa secondo me è la maniera migliore per valutare la rigidità del materasso. Io sono dell’idea che i materassi a schiume evolute, oggi sono i materassi più adeguati. Perché ti danno tante possibilità in più di confort adeguato. Sono infatti molto più moderni rrispetto agli altri. Pensiamo per esempio alla molla Bonnel, l’hanno inventata nel 1870. Le molle insacchettate sono state inventate nel 1923. Il lattice è arrivano da noi negli anni 40/50. A me mi pare sinceramente che materassi in schiuma evolute, siano la cosa migliore.

Categorie
Materasso Quale materasso scegliere

Quale materasso fresco scegliere

Quale materasso fresco scegliere per non avere caldo

Letto sfatto con titolo: Quale materasso fresco scegliere

Salve da Marco Calabrò. Io sono uno specialista del settore dei materassi, che opera nel settore dei materassi da quasi 50 anni e mi trovo qui per rispondere alle domande dell’utenza, su incarico di SaluDormi. Allora, oggi rispondo a: quale materasso fresco scegliere. Consideriamo una cosa: io ho una grande esperienza in questo senso, perché nel 1986 ho progettato un materasso rivestito completamente in cotone. Mentre a quel tempo si usavano tantissimo i materassi in viscosa. Perché la viscosa era più bella a vedersi, era più elegante, era anche più brillante. Ma il materasso rivestito in cotone, aveva la possibilità di respirare, di avere traspirabilità.

Traspirabilità del materasso

Questo ha prodotto che quel materasso si è venduto in più di 100 mila posti letto, in quel periodo. Quindi la prima caratteristica che deve avere il materasso, è che l’involucro sia traspirabile. Pertanto un involucro in lino o un involucro in cotone, oppure ancora un involucro misto cotone e lino. Ci sta anche un’altra alternativa. Acquistare un materasso con rivestimento sintetico, adesso la grande maggioranza dei materassi hanno infatti un rivestimento sintetico, però che abbia una fascia laterale 3D, cioè una fascia laterale che consenta la ventilazione dell’interno del materasso.

L’imbottitura è essenziale e la scelta del memory

Passiamo a un altro aspetto. Il materasso deve avere l’imbottitura, è fondamentale che il materasso abbia l’imbottitura. Le imbottiture più diffuse sono le imbottiture in poliestere, consideriamo che il poliestere è un termo stabilizzatore. Perciò fa molto bene all’argomento materasso fresco. Tra l’altro, se noi lasciamo un materasso la mattina, aperto per 2-3 ore senza rifare il letto subito, noi avremo un auto deumidificazione del materasso. Perché Il poliestere tende rigonfiarsi. Questa buona abitudine, produrrà anche un minor calore del materasso. Perché il materasso non avrà umidità all’interno. Andiamo alla lastra interna del materasso. Sto parlando di materassi memory, che oggi sono secondo me, la soluzione più attuale. Consideriamo che la lastra superiore in memory, dovrete voi decidere se avere due, tre, quattro, 5 cm o 7 cm di memory. Io consiglierei non di più.

Ventilazione del materasso

Però dobbiamo anche verificare una cosa: il materasso deve avere all’interno dei canali di ventilazione adeguati. Che cosa sono i canali di ventilazione: sono quei canali che attraversano il materasso e sono auto deumidificanti. Noi vediamo questi canali all’interno delle lastre dei materassi di qualità. Quindi sono delle movimentazioni, per esempio a onda, o delle movimentazioni a pettine, o ancora delle movimentazioni a dente. Ma ci stanno tanti motivi sagomati. Però l’importante è che siano presenti i canali di ventilazione tra i vari strati del materasso e siano continuativi lungo la lastra. Ripeto. Sempre consiglio un materasso non più di tre, strati anche due va bene. Poi gli stati diventano obiettivamente eccessivi, se non volete un effetto a molle insacchettate. É fondamentale che il materasso però abbia canali di ventilazione all’interno.

Quale materasso fresco scegliere

Questo è fondamentale, cioè il materasso deve essere nelle condizioni di arieggiare. Queste sono tutte le caratteristiche fondamentali per avere un materasso fresco. Grazie sempre per leggere i miei articoli e grazie a SaluDormi che mi sta dando l’opportunità di realizzare questi articoli di informazioni.

Materasso persone pesanti

Uomo pesante con titolo: Materasso persone pesanti
Categorie
Materasso Quale materasso scegliere

Materasso persone pesanti

Che materasso scegliere per persone pesanti?

Titolo: Che materasso scegliere per persone pesanti?

Salve da Marco Calabrò, allora oggi rispondo a quale materasso scegliere per le persone pesanti. Perciò, intanto bisognerebbe capire qual è il peso. Insomma, comunque come regola generale diciamo che i materassi di schiume evolute vanno bene fino a uno spessore di 3, massimo 5 cm di Memory. Vanno bene fino ai 90 kg di peso con densità fino a 25 chilogrammi a metro cubo. Invece i materassi di schiume evolute di qualità, vanno bene fino ai 100/120 kg. Io consiglio rivolgetevi sempre a qualcuno esperto, qualche persona che ne capisce. Insomma, non andate dal primo che che vi capita. Altrimenti mi scrivete e io vi rispondo.

Oltre i 120 chilogrammi di peso

Poi una cosa importante, fondamentale, è che superati i 120 kg, è meglio rivolgersi a dei materassi a molle biconiche. Non molle indipendenti. Perché la molla biconica, è il materasso che ha la massa di spinta maggiore rispetto al peso del corpo che ci mettiamo sopra. Chiaro che la molla non ha i pregi del materasso in schiuma evoluta.

Materassi in schiuma anche oltre i 120 chilogrammi

Ci sono materassi che comunque riescono a vivere 4 anni, prima che il peso del corpo li faccia cedere. Materassi con schiume evolute di alta densità. Non stiamo parlando di 200 chili, è evidente. Quindi forse potrebbe essere anche una soluzione la schiuma con Memory, perché considerati i limiti delle molle biconiche, potrebbe essere una soluzione anche quella di questi materassi. Ma non quelli che sono fatti con minore densità. Andate da qualcuno che sappia le densità delle schiume, che stanno all’interno dei materassi.

Materasso persone pesanti

Richiedete specificatamente un prodotto che abbia le giuste caratteristiche e dovete fare in maniera di realizzare una scelta fatta bene. La scelta fatta bene… non fatta da persone che non sanno abbastanza. Persone che conoscono molto bene l’argomento. Come regola generale, se si è molto pesanti, meglio le molle biconiche, magari mettendoci sopra un poco di Memory 3-4 cm di Memory, non di più. Così vi da un poco di sofficità, un poco di comodità. Dall’altro lato però, considerate che la soluzione ideale resta un prodotto che può risolvere appieno questo discorso, ma bisogna sapere che densità stiamo comprando.

Le densità delle schiume

Ti garantisco che il materasso fatto bene ha tutte le informazioni necessarie. Le informazioni sul materasso, le puoi andare a cercare nei cataloghi o sul web. Considerare che una densità adeguata alla persona pesante, è una densità 30 o una densità 35 chilogrammi a metro cubo. Se le trovate, queste sono le densità ideali per la persona pesante. Rimanendo nell’argomento dei materassi in schiuma, assolutamente non prendiamo un materasso che ci abbia densità 20.

Io credo di escludere il lattice, è obsoleto e non ha senso. Dormiresti su un’amaca. Lasciate perdere secondo me, anche i materassi a molle indipendenti, perché non sono un tipo di materasso adatto a sostenere un corpo superiore a 80 kg. Per maggiori informazioni visitate i miei articoli e video sull’argomento che trovate in www.saludormi.it, che solo nella pagina di entrata del sito, ci sono caricati 70 video sull’argomento.

Startup marketing digitale materassi

Categorie
Marketing digitale Materasso

Startup marketing digitale materassi

Startup marketing digitale materassi in Europa e America

Oggi vediamo un progetto di realizzazione web, inerente il settore dei materassi. Una startup di marketing digitale per i materassi. Il progetto prevede la creazione di una marca destinata alla vendita tramite internet del prodotto materasso di fascia media, in schiuma evoluta. Il progetto è partito giorno 1 Settembre 2021 e sarà pronto alla partenza il giorno 1 di Ottobre.

Nel progetto sono impegnate 3 persone. Uno specialista nel settore dei materassi e due specialisti del settore web. Nella prima settimana di realizzazione del progetto, sono stati caricati oltre 100 video sul canale YouTube specificatamente aperto per il nuovo brand. Il progetto del brand è destinato a tutti i popoli delle principali lingue romanze. Quindi italiano, spagnolo, francese, portoghese e rumeno. Sono pertanto in fase di realizzazione più siti web per le differenti aree nazionali. Il sito web italiano è quello nella fase più avanzata di sviluppo. Sarà terminato entro il 30 di settembre.

I video su YouTube e Facebook, per poi andare anche su Instagram

Per il progetto sono stati previsti un complessivo di 200 video entro la fine dell’anno, tutti ottimizzati per le differenti piattaforme social. Oltre al canale YouTube con 100 video, già è stata aperta la pagina Facebookcon 20 video. Il progetto si completerà con una presenza su Instagram e una presenza su LinkedIn.

Parliamo adesso dei 200 video, sono tutti di carattere informale e informativo. Contengono le tre caratteristiche fondamentali necessarie per la diffusione, in quanto sono realizzati con la tecnica del Social friendly di Internet Solutions Agency. Gli argomenti dei video e degli articoli contenuti nel sito web, sono scelti in base alle ricerche effettuate dagli utenti sui motori di ricerca. Ma viene anche studiata l’evoluzione delle ricerche. Ricordiamoci infatti che ogni giorno il 15% delle domande che vengono rivolte a Google, sono domande nuove.

Altri 18 siti web partecipano al progetto

Ad affiancare questo progetto, ci saranno 18 siti web di informazione del nostro gruppo, oltre ai siti web della marca. Sono inoltre previsti ADS su Google e Facebook. Il progetto ha un costo di progettazione marketing e realizzazione web di 6.000 Euro. Oltre un 15% di commissione per i primi 4 anni di fatturato. Dopo i primi 4 anni la percentuale scenderà al 8%. È previsto inoltre un investimento mensile di 500 Euro su Google e 300 Euro su Facebook. Un importo complessivo di 500 Euro mensili, riguarderà da Dicembre, Instagram e LinkedIn.

I video collocati progressivamente nella prime settimane su YouTube, hanno avuto oltre 100 visualizzazioni settimanali e 3 minuti di visione a click. La pagina principale del sito, è realizzata con la tecnica Social friendly. Si tratta di un sito che da ottobre, all’apertura, svolgerà anche la funzione di ecommerce.

Il rientro dell’investimento è previsto fra i 90 e i 180 giorni, dall’inizio della startup. Il successivo paese interessato dal progetto, è la Spagna. I materassi sono di produzione italiana. I mezzi di contatto, previsti per la marca, sono solo di tipo motori di ricerca e social. L’utenza potrà comunicarsi tramite WhatsApp, Facebook e Instagram, oltre al sito web. Mentre LinkedIn avrà l’incarico delle relazioni istituzionali. Non sono previsti numeri di telefono tradizionali.

Cos’è il Google friendly

Vai alla pagina principale

Categorie
Antiacaro Materasso memory foam

Materasso memory foam antiacaro

Materasso memory foam antiacaro: un problema da sempre sono gli acari

Gli acari sono un grande problema che ha sempre convissuto con l’uomo. Ancora oggi che usiamo il materasso memory foam antiacaro. Se vi ricordate, antecedentemente i materassi erano fatti completamente in lana. I materassi imbottiti con la lana, nel periodo estivo, venivano esposti al sole. Gli acari muoiono a una temperatura di circa 60 gradi. Il mettere il materasso al sole, serviva a togliere l’umidità dovuta al sudore, ma soprattutto a uccidere gli acari.

L’acaro è un piccolo ragno della grandezza di un terzo di millimetro. Da sempre è un parassita dell’essere umano. Il corpo umano cambia la pelle continuamente, al contrario per esempio di un serpente che la cambia in una sola volta. In media il nostro corpo perde giornalmente 5 miliardi di scaglie di pelle. Gli acari si nutrono di queste scaglie di pelle del nostro corpo. Il problema è che gli acari defecano all’interno del nostro materasso. Questo produce normalmente una serie di allergie. Sono allergie di cui ci possiamo rendere conto, ma altre che possono essere latenti. Le pelli sensibili sono vittime di questo tipo di convivenza con gli acari. Spesso si utilizza il vapore per uccidere gli acari all’interno del materasso. Ma questo procedimento produce un altro problema.

Gli acari sono spesso un probelma invisibile

Utilizzando il vapore per la pulizia del materasso, andiamo a spruzzare micro particelle liquide all’interno delle fibre del materasso. Il problema diventa che a quel punto stiamo agevolando nuovamente l’insediamento degli acari. Bisogna tenere in considerazione che ogni posto singolo del nostro materasso, dopo un periodo di 4 o 5 anni ha circa 3 milioni di acari. Quindi un materasso matrimoniale ha 6 milioni di acari. Si tratta di numeri veramente impressionanti ed estremamente pericolosi per la nostra salute. Il primo sistema che viene in mente per ovviare a questo problema, è chiaramente quello del coprimaterasso. Un’abitudine molto utile, ma non per fermare gli acari. Infatti dobbiamo considerare che la nostra permanenza del letto, è abbastanza lunga da dare tutto il tempo agli acari di passare attraverso il coprimaterasso. Così come attraverso il guscio del materasso.

Materasso memory foam antiacaro: le scelte da fare

Non utilizzate assolutamente prodotti chimici, per disinfettare il materasso. Sono anch’essi prodotti dannosi all’uomo. Ci stanno infatti dei prodotti specifici realizzati proprio per gli acari. Ma non possono essere utilizzati nel materasso, perché sta continuamente a contatto con il nostro corpo. Sia pure con degli strati di separazione creati da coprimaterasso e lenzuolo. I prodotti chimici sono molto nocivi. Non è neppure pensabile porli al sole, così come facevano i nostri nonni. Oggi qualsiasi tipo di materasso ha all’interno delle schiume. Tutte le schiume con il sole si cristallizzano, a quel punto possono essere anche inalate come microparticelle. Diventa quindi un danno maggiore. Nella scelta del materasso, dobbiamo innanzitutto andare a considerare che abbia un imbottitura anallergica. Si tratta di fibre di poliestere che hanno due caratteristiche. La prima caratteristica è di essere termoisolanti.

Quindi non esiste più nel materasso il lato estivo e lato invernale. Il secondo aspetto è più importante. Il poliestere è per gli acari un materiale tagliente, pertanto hanno difficoltà a camminarci sopra.

Possibili soluzioni

Ci stanno poi dei materiali che hanno una maggiore auto deumidificazione. Si tratta quindi di prodotti che rallentano l’insediamento degli acari perché hanno una maggiore quantità di umidità all’interno. Nel caso specifico penso a due schiume evolute. Microchambers e Tempur. Queste schiume hanno dei notevoli livelli di areazione interna. Durante la fase REM del sonno, la maggioranza delle persone si voltano generalmente una trentina di volte. Questo produce un effetto mantice che aiuta a deumidificare il materasso. Resta comunque il fatto che un materasso deve essere cambiato ogni quattro o massimo cinque anni. Questo è l’unico vero sistema che ci permette di vivere in un ambiente igienicamente adeguato. Il problema dagli acari in quanto tale non può essere eliminato. Perché si tratta di parassiti naturali dell’uomo.

Miglior materasso 2021

Materasso quale spessore

Categorie
Materasso Quale materasso scegliere

Materasso Microchambers cos’è

Materasso Microchambers cos’è e che qualità offre

Il materasso Microchambers è un prodotto che ti hanno consigliato. Chi lo ha già acquistato è rimasto molto soddisfatto. Ti hanno detto che ha delle schiume particolari. Vuoi quindi capire che schiume sono. Nei fatti vuoi capire il materasso Microchambers cos’è. Vuoi proprio metterci le mani dentro, capirne le caratteristiche particolari. Così come vuoi sapere quali sono gli eventuali benefici. Il materasso di per sé è già comunque una spesa importante. Inoltre il materasso Microchambers, ti sembra che come prezzi si collochi in una fascia medio alta. Vuoi quindi saperne le ragioni. Come hai potuto vedere il nostro è un sito specializzato. Speriamo quindi di poterti dare una risposta adeguata alle tue domande.

L’arrivo dell schiume evolute

Il Microchambers, insieme al Tempur, è nel tempo il padre di tutte le schiume evolute. Si tratta di un materasso realizzato completamente in schiuma, nato nel 1996. Inoltre un tipo di materasso, che è sempre rimasto legato alle produzioni artigianali di piccola quantità. Al contrario della Tempur che ha sempre realizzato delle produzioni su vasta scala. All’inizio il materasso veniva realizzato con una schiuma nella parte superiore in mdi, poi approfondiamo di cosa si tratta. Così come ancora oggi il Tempur viene realizzato con questa schiuma superiore di mdi. Si tratta di un procedimento di schiumatura che viene definito a freddo. Il materiale schiuma per un periodo che va da 4 a 10 minuti, con una temperatura che va da 30 a 45 gradi. La conseguenza è che le bollicine della schiuma restano aperte e consentono un’areazione molto buona.

Ma dopo alcuni anni le scelte sono cambiate per la schiuma Microchambers. Infatti si è iniziato a utilizzare un altro tipo di schiumatura definita tdi.

Migliorano le caratteristiche

La scelta deriva da due fattori. Il primo fattore è il fatto che le schiume espanse ad acqua si erano ulteriormente evolute. Riuscendo a produrre anche con il tdi delle schiume con un buon livello di areazione. Infatti il problema delle schiume tdi, è che si espandono a temperature e per periodi più ampli. Una schiuma evoluta tdi, schiuma per un periodo che va da 20 a 30 minuti e con una temperatura che va dagli 80 ai 120 gradi. Con queste temperature così elevate e per così lungo tempo, le bollicine della schiuma tendono a chiudersi. Questo problema è stato successivamente risolto dalla grandezza delle bollicine della schiuma.

Materasso Microchambers cos’è

Quindi il materasso Microchambers, da un certo punto della sua vita in poi, ha avuto la sua realizzazione con schiuma evoluta tdi ad alta capacità di circolo d’aria. Questo tipo di schiuma evolute hanno una maggiore resilienza, che si traduce in una maggiore adattabilità al peso corporeo.

Con la caratteristica inoltre di avere una durata nel tempo, molto maggiore rispetto alle produzioni in mdi. In internet si incontrano vari video che parlano proprio del Materasso Microchambers e della sua durata nel tempo.

Il peso della persona

Si tratta quindi di un prodotto estremamente affidabile, sia in termini di qualità del sonno che in termini di durata nel tempo. Facciamo un’ultima annotazione, per il fatto che si tratta di un materasso indicato fino a un peso di 115 chilogrammi. Oltre questo peso meglio acquistare un materasso a molle biconiche. Comunque il materasso Microchambers, ha delle caratteristiche di resistenza e resilienza, maggiori delle altre schiume presenti sul mercato. Perciò per gli altri materassi in schiuma è consigliabile l’uso fino ai 100 kg di peso. Mentre il materasso Microchambers raggiunge una sopportazione fino a 115 chilogrammi. Sicuramente un’ottima scelta, se dovessi decidere di acquistarlo. Speriamo di poterti essere stati di aiuto con questa nostra recensione.

Ti può anche interessare:

Materasso Microchambers recensioni

Prevenire è meglio che curare

Categorie
Marketing digitale

Come creare un sito di arredamento

Come creare un sito di arredamento e materassi

Pertanto la decisione è presa. Vuoi cambiare la tua identità in internet. Il tuo attuale sito web di arredamento è piuttosto antiquato. Un sito web ancora bello a vedersi. Ma che non rispecchia più i progressi nel mondo dell’arredamento sul web. Vuoi quindi maggiori informazioni, sul come creare un sito web di arredamento.

Hai visto tantissimi siti web di arredamento. Ormai i siti web che parlano di mobili, sono tutti quanti molto belli. Sia a livello di aziende produttrici, ma anche a livello di rivenditori. Inoltre ti sei reso conto che i costi dei siti web sono enormemente diminuiti. Ragione in più per pensare di rinnovare il sito web. Io condivido completamente la tua opinione. Mi azzardo a darti il mio parere, perché opero nel settore dell’arredamento da quasi mezzo secolo. Dal 2008 inoltre ho un sito web di arredamento che utilizzo come blog. Infine conosco molto bene il marketing digitale, scrivendo libri sull’argomento.

Come sono cambiati i siti web

Cominciamo con il dire, che l’approccio alla realizzazione di un sito web, è completamente differente rispetto a qualche anno addietro. Oggi un sito web deve essere innanzitutto Google friendly. Questo vuol dire che deve essere gradito dai motori di ricerca. Ma questo, che cosa significa. I motori di ricerca premiano quei siti web che sono intuitivi e facili da utilizzare. Certo che il tuo sito web non è difficile da utilizzare. Ma non è intuitivo e fluido. Significa che l’utente deve comunque soffermarsi a fare delle scelte, prima di proseguire nelle varie pagine. Il problema non è che debba fare delle scelte. Il problema è che deva soffermarsi per realizzarle.

Diciamo che un sito web accettato dai motori di ricerca, oggi assomiglia tantissimo a delle pagine social. Prima della fine di questo articolo ti darò delle indicazioni in merito a questo argomento. Un altro aspetto veramente molto importante, è quello che bisogna realizzare un’attività web con estrema regolarità. Non si può utilizzare il web di tanto in tanto. Queste sono alcune delle cose necessarie per ottenere risultati nel web.

Come creare un sito di arredamento e il fattore tempo

Credo che sia abbastanza chiaro, il fatto che sviluppare un’attività di arredamento in internet, ha bisogno di cura. Come qualsiasi altra attività. Il web è un’opportunità estremamente seria. Ma se si vogliono portare a casa dei risultati, bisogna affrontare il problema con serietà. Dicevo poc’anzi di possibili soluzioni. Su come creare un sito di arredamento.

Parlo di queste due possibilità, perché io stesso ho partecipato alla loro progettazione e sviluppo. Sono due marche multinazionali ed entrambe operano Italia. Franchising Click ha la caratteristica di non vendere siti web. Si tratta di siti web in affitto. Questo viene fatto perché l’azienda continua a seguire la vita del sito web. Quindi sono siti web che vengono continuamente aggiornati. Fatto quest’ultimo che assolutamente non avviene nei siti web tradizionali. I continui aggiornamenti consentono di avere un sito web sempre attuale. Come se fosse stato fatto in quel momento.

La mia esperienza

Io che inizialmente mi rivolgevo a chi mi realizza dei siti web, sono rimasto con un sito web non aggiornato per 10 anni. Se volete quindi realizzare un’attività commerciale, in modo serio e produttivo, dovete assolutamente rivolgervi a dei professionisti come questi che vi sto menzionando. Franchising Click propone tre tipi differenti di sito. Parlo in termini di struttura. Poi ci stanno invece 3 tipi differenti di estetiche. Ma l’estetica riguarda solamente l’aspetto di entrata. Perché i siti web e poi all’interno devono essere estremamente semplici, per essere Google oriented. La differenza fra i tre tipi di sito web, nella sostanza dipende dall’ampiezza del sito.

Internet Solutions Agency è invece la seconda proposta che vi sottopongo. In questo caso si tratta di siti web ancora più sofisticati. Si possono acquistare anche con Coocredit Credito Facile o con Coocredit Metà Prezzo.  Oppure evidentemente in contanti. Internet Solutions Agency propone due diversi tipi di strutture di sito web. La prima è un sito web a forte predisposizione Social, quindi indicato per coloro che vogliono effettuare un’attività Social notevole. Il secondo invece è un tipo di struttura che assomiglia fortemente alle pagine web Social. Si tratta di soluzioni a mio parere molto serie e affidabili.

Non commettete il mio errore

Voglio raccontare infine una mia pessima esperienza. Nel 2008 ho realizzato un sito web che è un blog di arredamento e marketing digitale. In quel momento la sola realizzazione del blog mi è costata 1.500 Euro. Con pazienza certosina, per oltre un decennio, ho inserito all’interno informazioni. Con pagine del sito, che hanno superato nel corso del tempo le 50.000 visualizzazioni. Oltre 1.200 pagine di contenuti e 8.000 immagini originali. Pagavo ad Aruba oltre 30 euro mensili per l’alloggio del sito. Per lo spazio dove risiedeva il sito web. A un certo punto mi scrivono dicendomi che vi era stato un attacco hacker. Che avevano tolto perciò il sito web. Ma che non ne avevano copie. Mi hanno distrutto praticamente oltre 10 anni di lavoro. Oltre un archivio fotografico straordinario di arredamento.
Me ne sono andato da Aruba.it, non sarò mai più loro cliente.

Miglior materasso 2021

Categorie
Materasso Quale materasso scegliere

Materasso a molle o memory

Materasso a molle o memory, quale scegliere?

Materasso a molle o memory, un grande dilemma. Quindi sei arrivato alla conclusione di dover cambiare il materasso. Come sempre in queste occasioni. Stai tentando di farti una piccola cultura sull’argomento. Non fosse altro per decidere quale sia il materasso più adeguato a te. Tu fino a oggi probabilmente, hai avuto a casa un materasso molle. Ma adesso ti stimola l’idea anche del materasso Memory. Quindi stai cercando su internet delle indicazioni su quale materasso prendere. Infatti sul mercato ci stanno tantissimi tipi di offerte e di scelta.

Ma siccome la spesa del materasso è una spesa a lungo periodo, preferiresti non commettere errori nella scelta del prodotto. In effetti tu, con il materasso a molle, probabilmente ti sei trovato bene. Ma effettivamente sentire parlare di materassi in memory attrae la tua curiosità. Bene, ti devo dire che sei arrivato dalla persona giusta e nel posto giusto. Vediamo quindi insieme, quale può essere la soluzione più adatta a te.

Il materasso cambia a seconda della persona

Ognuno di noi ha delle caratteristiche fisiche che, abbinandole all’età, ci danno delle indicazioni su quale sia il materasso più adeguato a noi. Cominciamo con il dire che, andando avanti con gli anni, sicuramente abbiamo voglia di stare un poco più comodi. Quindi in linea di massima superati i 50/55 anni, meglio orientarsi su un materasso in schiuma evoluta.

Perché parliamo di schiuma evolute e non di memory? Perché lo strato di Memory normalmente è solo la parte superiore del materasso, mentre la parte sottostante è realizzata in schiuma evoluta. Le schiume evolute possono essere di varie densità. La densità di una schiuma evoluta, si calcola attraverso il peso al metro cubo della stessa schiuma. A questo punto dobbiamo dire che normalmente C’è una differenza di prezzo fra una categoria e un’altra categoria di schiuma evoluta. Ma alle volte il prezzo può ingannare.

Nei fatti, la differenza di densità, influisce sulla durata o meno del materasso in schiuma evoluta. A questo punto facciamo un ulteriore considerazione. L’utilizzo dei materassi è consigliato per un massimo di 4 anni. Questo per ragioni igieniche e di insediamento di acari, che possono agevolmente raggiungere la quantità di 6 milioni in un matrimoniale. Quindi diciamo, le schiume che hanno una minore densità, nell’arco di un periodo di 4 anni vanno comunque bene.

Materasso a molle biconiche o memory

Parliamo adesso dello strato di Memory che va sopra la spugna evoluta. Sarebbe consigliabile che lo strato di Memory non fosse superiore ai 5 centimentri. La ragione è il fatto che degli strati più alti di memory foam possono produrre quello che si chiama l’effetto amaca. Questo effetto nel corso del tempo può dare fastidi importanti alla spina dorsale. Consideriamo anche un altro argomento. Lo strato di Memory si può anche inserire su un materasso a molle. Questo evidentemente darebbe maggiore sofficità e comodità al materasso a molle.

Andiamo adesso all’argomento della differenza del materasso in schiuma evoluta e il materasso a molle. Diciamo che si tratta di due prodotti ottimi. Il materasso a molle biconiche ha una storia molto più antica. La molla biconica infatti è stata inventata nel 1870. Si tratta di un prodotto con straordinarie caratteristiche di areazione. Questo va detto perché mediamente il corpo umano perde ogni anno 180 litri di sudore sul materasso. Quindi il materasso a molle biconiche, in questo senso, è il materasso migliore di tutti.

Parliamo delle schiume evolute

Il materasso schiume evolute, ha iniziato a essere proposto in Italia nel 1996, con la schiuma Microchambers. Progressivamente, i materassi in schiuma evoluta, hanno cominciato a prendere piede sul mercato in differenti forme. Questo si deve alla loro comodità. per le caratteristiche di elevata resilienza. Infatti si tratta di materassi molto piacevoli.

Ma a questo punto bisogna fare un ulteriore considerazione. Diciamo che un materasso in schiuma è particolarmente indicato con un peso corporeo fino ai 110 chilogrammi. Oltre questo peso, sicuramente meglio orientarsi verso I materassi a molle biconiche. Perché la massa di spinta di un materasso a molle biconiche, è superiore rispetto alla massa di spinta di un materasso a schiuma evoluta.

1) Miglior materasso 2021

4) Materassi con rivestimento ecologico

8) Prevenire è meglio che curare